Escursionismo

Camminate immersi nella natura!

Riscopri il piacere della natura immergendoti in paesaggi mozzafiato e lasciandoti alle spalle lo stress della routine quotidiana. Una passeggiata nella natura, è tutto quello che ti serve. Respira a pieni polmoni l’aria salubre delle nostre montagne!

Mappa sentieri principali

Catalogo itinerari principali

Ponte Campo – Monte Teggiolo

Un panorama unico dalla cima del Teggiolo dopo aver attraversato pascoli d’altura

Dislivello+:

1065m

Lunghezza:

15km

Durata:

3h:00m

Alpe Gilardino – Alpe Veglia

La “terza via” per l’Alpe Veglia, meno battuta ma altrettanto suggestiva e spettacolare

Dislivello+:

530m

Lunghezza:

20km

Durata:

2h:00m

San Domenico – Rifugio Crosta

Un’escursione tra boschi incantati e alpeggi assolati fino al Rifugio Crosta

Dislivello+:

330m

Lunghezza:

18km

Durata:

3h:00m

Pizzo Diei e Monte Cistella

Rocce rosse come su Marte e il panorama più bello dell’Ossola!

Dislivello+:

-26m

Lunghezza:

10km

Durata:

1h:30m

San Domenico – Alpe Ciamporino

Raggiungere il Rifugio 2000 all’Alpe Ciamporino per un meritato relax

Dislivello+:

516m

Lunghezza:

6km

Durata:

2h:00m

San Domenico – Alpe Veglia

La mitica escursione sul Sentiero dei Fiori per raggiungere l’Alpe Veglia

Dislivello+:

186m

Lunghezza:

5km

Durata:

1h:50m

Ponte Campo – Alpe Veglia

La via principale per l’Alpe Veglia sulla gippabile sterrata

Dislivello+:

430m

Lunghezza:

9km

Durata:

1h:30m

Precedente
Successivo

6 regole d’oro per le tue escursioni in sicurezza

1

EQUIPAGGIAMENTO

Provvedi ad un abbigliamento ed equipaggiamento consono all’impegno e alla lunghezza dell’escursione e porta nello zaino l’occorrente per eventuali situazioni di emergenza, assieme ad una minima dotazione di pronto soccorso

2

VERIFICA LE CONDIZIONI

Informati sulle previsioni meteo e osserva costantemente lo sviluppo del tempo.  

Ricorda che in montagna il meteo può cambiare molto velocemente, soprattutto nel pomeriggio. 

3

RESPONSABILITA'

I percorsi non sono presidiati. L’accesso è sotto la tua totale responsabilità. Scegli i percorsi in funzione delle tue capacità fisiche.

4

USA LA TESTA

Di preferenza non intraprendere da solo un’escursione in montagna e in ogni caso lascia detto a qualcuno l’itinerario che prevedi di percorrere, riavvisando del tuo ritorno.

5

SAGGEZZA

Nel dubbio torna indietro. A volte è meglio rinunciare che arrischiare l’insidia del maltempo o voler superare difficoltà di grado superiore alle proprie forze, capacità, attrezzature. Studia preventivamente itinerari alternativi di rientro.

6

RISPETTO

Riporta a valle i tuoi rifiuti. Rispetta la flora e la fauna. Evita di uscire inutilmente dal sentiero e di fare scorciatoie. Rispetta le culture e le tradizioni locali ricordandoti che sei ospite delle genti di montagna.